I SevenGnoms incontrano Fabrizio De Andrè

” … è bello che dove finiscono le mia dita
debba in qualche modo incominciare una chitarra …”

Fabrizio De Andrè ( Amico fragile 1975 )

Nel 1999, in preparazione di un evento in memoria di Fabrizio De Andrè, da poco scomparso, la signora Graziella Cengiarotti Ragazzi consegnò al coordinatore del concerto, Sandro D’Alessandro, un’audiocassetta datata 1985, contenente la registrazione di un’intervista per l’Emittente Regionale Veneta, da lei simpaticamente “estorta” al cantautore durante una vacanza in Sardegna. Il titolo dello spettacolo, a vent’anni dalla scomparsa di Fabrizio, gioca sul tempo trascorso dall’intervista del 1985, immaginando di rivolgerci anche a chi abiterà Vicenza fra altri 34 anni, ovvero nel 2053.

De Andrè e qualche amico nell’anno 2053

 

 

 

UA-27521213-1